Kalanchoe Blossfeldiana: Tutto Quel che c’è da Sapere sulla Calancola

Kalanchoe Blossfeldiana: Tutto Quel che c'è da Sapere sulla Calancola

Finalmente la mia Kalanchoe (o calancola) inizia a fiorire. Mi trovavo nel reparto piante di un centro commerciale quando la comprai, di solito è  sempre lì che  perdo il senso della realtà… me ne resto completamente imbambolata davanti a tanta bellezza senza rendermi conto del tempo che scorre.

Fosse per me le porterei tutte a casa le piante grasse…. In  quell’occasione l’oggetto o meglio la pianta dei miei desideri, era una Kalanchoe Blossfeldiana, bellissima, maestosa , con i suoi fiori rossi, le altre erano tutte più piccole e quasi anonime in confronto a lei. La volevo, doveva essere mia e ovviamente fù così.

 

Caratteristiche generali delle Calancole

Il genere Kalanchoe appartiene alla famiglia delle Crassulaceae e comprende piante succulente originarie dell’Arabia Saudita, dello Yemen, dell’America tropicale, dell’Africa centro-meridionale, dell’Australia, dell’Asia ma soprattutto del Madagascar.

Possono essere annuali, perenni, rampicanti o arbustive. Si presentano con steli e foglie carnose  verdi lucenti, con i margini crenati e con deliziose infiorescenze composte da molti fiori che sbocciano di giorno e possono essere di colore rosso,  rosa, giallo e arancio.

 

Come coltivare la kalanchoe blossfeldiana

Le Kalanchoe Blossfeldiane sono piante molto semplici da coltivare ,necessitano di molta luce ma mai diretta a meno che non siano abituate  gradualmente poiché potrebbero subire scottature. La mia Kalanchoe Blossfeldiana è posizionata sul davanzale  sia  in estate che in inverno, lì ha tutta la luce di cui necessita per garantirle una splendida  fioritura.
La temperatura ideale della Calancola si aggira tra i 15 e i 22° ,è una pianta d’ appartamento e quindi  sotto i 10° va in sofferenza , mal sopporta anche  gli sbalzi termici, nella nevicata del 2012  ne persi più di qualcuna…

 

Annaffiature della Kalanchoe

Bisogna iniziare  a annaffiare le  Kalanchoe Blossfeldiane  in primavera ma sempre moderatamente e lasciando asciugare completamente il terreno, tra un’annaffiatura e l’altra, poiché è una pianta che non ama i ristagni d’acqua, l’ideale sarebbe usare un terreno sabbioso e dei cocci sul fondo del vaso per favorire la fuoriuscita dell’acqua.

 

Concimazione della Kalanchoe

concimazionePer far si che le nostre Kalanchoe Blossfeldiane abbiano un abbondante fioritura bisogna usare concimi  che contengano potassioazoto e fosforo.

Molto importanti  per la crescita delle nostre piante sono anche il ferro, il manganese, il rame e lo zingo, ovviamente senza esagerare altrimenti si rischia di fare altri danni.

 

 

 

Fioritura della Kalanchoe

Le fioriture sono variabili in base alla specie e in base alle temperature ad esempio la mia Calancola inizia a fiorire adesso. Essendo una pianta brevidiurna, se la luce viene dosata in modo appropriato la si può far fiorire in qualsiasi periodo dell’anno. Una volta sfiorita gli steli fiorali vanno tagliati sopra il primo paio di foglie e poi rinvasata.

 

Potatura della Kalanchoe

Si eliminano semplicemente le foglie secche che possono provocare malattie, vanno eliminati anche la cimatura degli apici vegetativi che consentono alla pianta di rimanere compatta e cespugliosa favorendo inoltre lo sviluppo delle infiorescenze.

 

Riproduzione della Kalanchoe

KALANCHOE6La riproduzione può essere fatta sia per talea che per seme.

I semi vengono recuperati vicino i fiori secchi, e si interrano da febbraio ad aprile, si utilizza un terriccio per cactacee mischiato a della sabbia.

Conviene utilizzare sempre  un fungicida .

Come semenzaio uso le vaschette di gelato 🙂 che ripongo all’ ombra ad una temperatura di circa 20°, il terreno deve essere sempre umido e si usano  spruzzatori per bagnarlo fino a quando i semi non germogliano.

Il semenzaio vai poi ricoperto con un telo di plastica  trasparente per  evitare  il disseccamento del terreno. Io uso direttamente  il tappo della vaschetta  praticando alcuni forellini.

Una volta che i semi sono germogliati si toglie  il telo di plastica e man mano che le piantine crescono si aumenta la luce.

La riproduzione per talea si effettua verso marzo-aprile, si tagliano dai fusti le estremità e si lasciano asciugare per due giorni e poi si interrano in una composta per cactus mescolata con sabbia grossolana.

Il vaso con la talea deve essere posizionato in una zona non troppo illuminata e va coperto con un telo in plastica trasparente sostenuto da bastoncini per mantenere piu o meno la temperatura costante.

Il  terreno del vaso deve essere umido. Quando inizieranno a comparire i nuovi germogli, vuol dire che la talea ha radicato. Io anziché delle estremità dei fusti interro le foglie e dopo un paio di settimane nasce una nuova Kalanchoe Blossfeldiana.

 

Malattie e parassiti della Kalanchoe

Le malattie della Kalanchoe Blossfeldiana possono essere dovute alla presenza di marciumi all’altezza del colletto della pianta con conseguente avvizzimento delle foglie e degli steli fiorali. Questa patologia è causata da un fungo, bisogna quindi trattarla  con fungicidi specifici dopo aver eliminato tutte le parti colpite.

Macchie sulle foglie potrebbero significare che siete in presenza della cocciniglia.

Per eliminare la cocciniglia si usa  un batuffolo di cotone imbevuto di alcool  oppure potete lavare la pianta con acqua e sapone neutro strofinando molto delicatamente con una spugna per rimuovere i parassiti, dopo di che la pianta va risciacquata molto bene per eliminare tutto il sapone.

La Calancola è anche soggetta all’attacco degli afidi.

Buona coltivazione! 😉

Pin It
Kalanchoe Blossfeldiana: Tutto Quel che c’è da Sapere sulla Calancola ultima modifica: 2016-02-27T12:20:18+00:00 da Piante Grasse

Comments

comments

2 Responses to Kalanchoe Blossfeldiana: Tutto Quel che c’è da Sapere sulla Calancola

  1. Vincenza ha detto:

    La Calancola è una delle piante grasse che mi piace di piu in assoluto!:)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *