Echinocactus: il Cuscino Della Suocera

Non si deve mai avere fretta di crescere. Bisogna imparare ad aspettare per potere godere appieno ogni singolo momento della vita,  gli echinocactus (o cuscino della suocera) lo sanno bene… infatti  sono piante che crescono molto lentamente e per fiorire ci mettono addirittura decenni, ma una volta raggiunta la maturità è un’esplosione di bellezza e colori e la lunga attesa viene subito dimenticata.

Io sto ancora aspettando che i miei piccoli echinocactus diventino grandi e facciano dei fiori bellissimi ma dovrò attendere ancora qualche anno… speriamo in questa vita!  😉

Gli echinocactus  sono piante perenni originarie del Messico e del  Sud America hanno una forma globosa con costolature  sulle quali si sviluppano spine di colore giallo ,rosso, o marroni; I fiori  sbocciano in estate e possono essere gialli, rosa, rossi o magenta.

Tra gli echinocactus piu grandi c’è l’echinocactus grusonii che con l’età può raggiungere anche un metro di diametro, viene chiamato o sfera d’oro o cuscino della suocera. Su ammettetelo! Chi non sarebbe felice di fare un così bel regalo alla propria suocera?magari di vederla affondare con il sedere su quel ”morbido”cuscino…  😎

 

Foto di Echinocactus

echinocactus-texensis4 echinocactusPLATYCANTHUS1 percheSIchiamanoPIANTEgrasse1

E.texensis                  E. platycanthus          E.grusonii

 

 

Come si Coltivano gli Echinocactus (o cuscino della suocera)?

Gli echinocactus  sono piante a crescita lenta che hanno  bisogno di molta luce e molta aria quindi è bene posizionarle in un ambiente luminoso e arieggiato,nel periodo invernale  devono essere tenute all’asciutto ad una temperatura compresa tra i 5 e i 10°

 

Annaffiature

Nella primavera e nell’estate gli echinocactus devono essere annaffiati con moderazione,aspettando che il terreno si asciughi completamente tra un’ annaffiatura ed un’altra,da agosto si  inizia a ridurle fino sospenderle completamente dal mese di ottobre fino a marzo.

 

Concimazioni

Le concimazioni vanno fatte da marzo fino ad agosto una volta a settimana, usando concime per cactacee che contenga azoto, potassio, ferro, fosforo, manganese, rame, zinco e boro.

 

Terreno

Il terreno ideale per gli echinocactus viene fatto mescolando torba con la sabbia e l’argilla. Durante i rinvasi è opportuno fare molta attenzione in quanto gli echinocactus hanno un apparato radicale molto delicato;Di solito si rinvasano ogni anno a marzo.

 

Moltiplicazione

Gli echinocactus si riproducono  per seme,la semina viene fatta ad aprile in un miscuglio di torba e sabbia,i semi vengono poggiati sul terriccio e poi ricoperti con un altro leggero strato di tericcio.

La temperatura deve essere di 21° e il terriccio va mantenuto costantemente umido fino alla germinazione. Il semenzaio viene ricoperto con un telo di plastica che viene tolto quando i semi avranno germogliato.

 

Malattie e parassiti

Gli echinocactus sono piante molto resistenti e difficilmente sono soggetti a malattie,spesso però vengono attaccati dagli afidi e dalle cocciniglie.

 

Pin It
Echinocactus: il Cuscino Della Suocera ultima modifica: 2016-03-23T20:19:33+00:00 da Piante Grasse

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *