Come Conservare i Semi dei Cactus (e delle altre Succulenti)

Come Conservare i Semi dei Cactus (e di tutte le altre Succulenti)

A fine estate le nostre piccole spinose ci regalano frutti strapieni di semi che possiamo utilizzare per dare libero sfogo alle nostre coltivazioni. Non è quindi un caso che una delle domande più frequenti che riceviamo sul nostro blog è proprio sul come conservare i semi dei cactus. Oggi parleremo proprio di questo argomento..

 

La preparazione dei semi di cactus per la semina

Il periodo migliore per seminare i semi di cactus va da marzo a maggio poiché la temperatura non scende sotto i 15 gradi e i  nostri piccoli cactus arrivano già “grandicelli” in inverno cosi da non avere particolari problemi durante il letargo invernale; a meno che non vengano seminati in semenzaio riscaldato e illuminato artificialmente e quindi qualsiasi periodo dell’anno va benissimo.

Se vogliamo seminare i nostri semi in modo naturale dobbiamo aspettare le condizioni ambientali più più favorevoli per loro, quindi li dobbiamo pulire e conservare in modo da garantire la massima germinabilità.

Come pulire i semi delle piante grasse

Conservare i semi dei cactus è un’operazione abbastanza sPrima di tutto bisogna staccare il frutto dalla pianta, se ci sono tante spine bisogna aiutarsi con una pinza, quella per strappare le sopra ciglia può andare bene, in alcune specie di cactus tipo le rebutie e le euphorbie i semi sono quasi sempre puliti mentre in alcune specie come le mammillarie, gli echinocactus e le opuntie sono ricoperti dalla polpa del frutto che potrebbe ammuffire nel momento della germinazione quindi bisogna pulirli per bene.

conservazione-semi7

conservazione-semi5

conservazione-semi10

conservazione-semi11

 

conservazione-semi16

conservazione-semi17

conservazione-semi13

conservazione-semi15

 

Per pulire i semi dal frutto delle mammilarie basta spaccare il frutto e strofinarlo su di una carta assorbente, i semini resteranno attaccati a questa. Per prelevare i semi dai frutti più polposi delle opuntie e degli  echinocactus  bisogna  spaccare il frutto ed estrarre completamente la polpa lasciandola asciugare per un paio giorni e poi armati di tanta pazienza e delicatezza estrarli uno ad uno facendo attenzione a non schiacciarli troppo.

Una volta raccolti, i semi dei cactus vanno lavati con acqua corrente, conviene metterli in un colino per evitare di perderli e poi conviene disinfettarli con acqua tiepida e qualche goccia di ipoclorito di sodio, varechina o candeggina lasciandoli a bagno per qualche minuto in un contenitore.

I semi poi vanno fatti asciugare in una ciotolina in luogo asciutto,non al sole e leggermente  ventilato, una volta asciutti vanno cosparsi con una polverina di fungicidio.

 

Istruzioni sul come conservare i semi dei cactus

I semi vanno conservati in bustine di carta e tenuti in un posto asciutto al buio, non vanno messi in buste di plastica poiché farebbero ammuffire  e marcire i semi. È bene controllare ogni tanto i semi per togliere eventualmente quelli marci .

conservazione-semi25

conservazione-semi24

conservazione-semi21

conservazione-semi20

conservazione-semi18

 

Bisogna sempre etichettare le bustine inserendo la specie di pianta che nascerà dal seme e la data poiché i semi delle cactacee sono seminabili entro 5 anni dalla raccolta.

Non ci resta che aspettare il momento migliore per seminare 😉

Pin It
Come Conservare i Semi dei Cactus (e delle altre Succulenti) ultima modifica: 2016-12-14T16:36:45+00:00 da Piante Grasse

Comments

comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *